Mi è molto piaciuto.

Jun 16

[video]

Jun 07

“Altro passo decisivo verso la serenità: liberarsi dall’obbligo della felicità. Costretto a vivere in case sgarrupate e a lavorare eternamente sospeso sopra un filo non sono quasi mai felice e allora giunto a un certo punto mi sono domandato: sono proprio obbligato ad esserlo? Nessuno me lo prescrive. Da non credere quanto la ricerca della felicità generi infelicità, e sensi di colpa, e soprattutto se siamo obbligati a rendere felici non solo noi stessi, ma pure gli altri. Per cui troppo spesso ci creiamo da soli le nostre gabbie e sempre da soli approntiamo i castighi e le ricompense (quante energie sprecate!).” — formamentis

May 08

(via Saturday Morning Breakfast Cereal)

(via Saturday Morning Breakfast Cereal)

May 07

“[…] Per questa ragione, per questa specie di allergia che dura da più di vent’anni ho trovato ributtante la grande discussione mediatica in corso in queste ore su Fiorentina-Napoli, sul capo ultras che nessuno sui quotidiani chiama col suo nome e cognome, senza rendersi conto che chiunque titola Genny la Carogna non sta facendo cronaca ma sta parlando di sé stesso.” — DI calcio non dovrei parlare - manteblog

Apr 27

(via Twitter / TheTweetOfGod: THE NEW 10 COMMANDMENTS)

(via Twitter / TheTweetOfGod: THE NEW 10 COMMANDMENTS)

Apr 14

La mia grande onestà intellettuale, voi lo sapete, mi imporrebbe di stare dalla parte di chi vuole una Chiesa più tradizionalista, ritenendo questa la posizione più coerente. Fossi stato credente mi sarei speso in panegirici aristotelici e tomisti, mi sarei appellato alla figura del Cristo redentore e avrei cercato di mostrare come questa si fosse già affacciata nei tratti del platonismo e in certi vezzi dell’epicureismo, sì, l’Epicuro cristiano*, tanto per epater le bourgeois. Proprio non sta bene che la Chiesa da un lato si metta a frignare sulla dittatura del pensiero unico e dall’altra si cali le brache e si metta ad inseguire la modernità per puro calcolo di marketing. E’ da secoli ormai che la Chiesa si adatta al gusto della clientela più che imporne uno suo proprio e anzi sorge il dubbio più che fondato che la Chiesa sia da sempre e necessariamente un’entità storicamente situata. Lo avrete notato, per venire incontro al gusto della clientela non si parla quasi più del Demonio e il male del mondo viene generalmente attribuito alla cattiva volontà degli uomini. Non si fanno più reliquie dei santi, non si smembrano più cadaveri, mai vedremo esposte le teste imbalsamate dei santi di fresca nomina. Il cadavere di Santa Caterina da Siena, patrona d’Europa e d’Italia, è sparso per mezzo continente, un piede qui, una tibia là, un tempo usava così. Oggi farebbe orrore donare al monastero di Wadowice anche solo un orecchio di Wojtyla. E’ un bel paradosso che oggi debbano essere gli atei ad insegnare alla Chiesa come si fa o come si dovrebbe fare, Ferrara ne è l’esempio, come un prete che ai corsi prematrimoniali fosse costretto ad insegnare agli sposini pigri le posizioni del Kāma Sūtra. Questi sono i tempi.

«Se voi cristiani vi preoccupaste di Dio tanto quanto
me ne preoccupo io che sono ateo, sareste tutti santi».

(Michelangelo Antonioni)

” — formamentis

“vedete, l’interwebs è vero che può essere un modo per aumentare la propria cultura e informarsi, ma viene usato più per centuplicare la propria ignoranza servendosi di quella che tutti quanti mettono generosamente a disposizione” — Idiota Ignorante - Crystal meth spacciato dai negri (NSFW)

(Source: networkedblogs.com)

Mar 15

“Il giornalismo a tesi è in moltissimi casi semplicemente una scorciatoia: consente di ridurre le proprie pretese di comprensione del mondo adattandole con un tratto di penna ai propri preconcetti. È una forma di giornalismo che può essere esercitata con decoro e cinismo assai variabili: lo fa per esempio in maniera mimetica e con buoni risultati complessivi da anni Report di Milena Gabanelli; ne è una versione più penosa e infima il programma TV Le Iene (pensiamo al recente caso Stamina).” — La banalità de Il Fatto - manteblog

Mar 11

La gentilezza è la mia minigonna nel sottopassaggio che è la vita.

Mar 06

black.mirror.07

Guardavo la sezione applicazioni consigliate e ho letto “Diventa vecchio” e ho pensato “lo farò”, poi ho visto “Scopa” e ho pensato “va bene”